La rivoluzione della tv

La rivoluzione della tv

maggio 13, 2016 0 Di Fulvio Agresta

Rileggendo un mio vecchio post ( perché ho smesso di guardare la TV ) mi è venuto in mente un’idea, una riflessione, non che abbia scoperto nulla di che, l’acqua calda e la ruota sono scoperte già note, ma mi è balenata un’idea in testa che penso prenderà campo nel futuro.

Vi chiederete, già immaginandomi le vostre facce basite mentre vi state chiedendo:”cosa ha bevuto?” Oppure : “questo ora si è messo a fare il veggente e a leggere le carte?”.

Niente di tutto questo, infatti adesso vi spiego, anche perché ho lasciato in sospeso la parte iniziale legata al post della TV, al quale mi ricollegherò.

Ero con il mio telefonino mentre navigavo su Facebook tramite l’app e mi sono imbattuto nella pagina di radio toscana mentre stavano andando in diretta non solo nella classica versione radiofonica (ovviamente) ma anche tramite la nuova funzione di FB che permette di trasmettere in diretta video.

Faccio una parentesi, anche se poi ne farò diverse, il live streaming esiste gia da un po’ di tempo ma con lo sviluppo anche da parte di Facebook che dà la possibilità di andare in diretta tramite il proprio account è , a mio parere, una rivoluzione.

Non solo una trasmissione radiofonica ma immaginate, e già accade, qualcuno che con il proprio smartphone o con il proprio tablet riprende un qualsiasi evento sportivo , specialmente di “secondo livello”, che è difficile da seguire e/o trovare in differita in televisione. Diretta a tempo zero che si può seguire in qualsiasi posto, a patto di avere uno smartphone e la connessione internet. Questo ovviamente non cancellerà la TV però penso che sia una rivoluzione. E vi ripeto, non ho scoperto l’acqua calda.

Ho fatto l’esempio dell’evento sportivo, anche se potrebbe aprirsi un dibattito chiamato diritti TV, ma prendete ad esempio una conferenza stampa o una presentazione di qualsiasi natura che in TV è difficile trovare; magari qualcuno presente all’evento con il telefono… e ciack, sei in onda.

Un esempio che ho trovato è il seguente, nel quale è stato trasmesso, non so come chiamarlo se dibattito o comizio, di un personaggio politico del quale si può vedere nel seguente screenshot che era in diretta video. Chi non poteva essere presente a Novara per seguire l’evento ha avuto la possibilità di seguirlo da casa o sullo smartphone.

423726638_15887874114726157007

Un altro esempio che ho trovato è il seguente dalla pagina facebook “Obiettivo Volley” mentre trasmetteva una partita di pallavolo, che con poche probabilità avrebbe avuto modo di essere trasmessa in tv; o si era presenti all’evento o altrimenti non ci sarebbe stata nessuna possibilità di vederlo prima di avere a disposizione la tecnologia necessaria. Invece gli amministratori della pagina hanno avuto la brillante idea di trasmetterla in diretta tramite facebook.

422108786_6874690737119870492

Come ho scritto poc’anzi, non ho scoperto l’acqua calda, ma adesso con lo sviluppo da parte di facebok e non solo, perchè tramite l’app “Periscope” si può trasmettere live su twitter, le possibilità e gli utilizzi sono molteplici; basti pensare ad un blogger che affronta temi di cucina che una volta a settimana, per esempio, trasmette in diretta la preparazione di un piatto, o perchè no dà consigli. Anche i “travel-blogger” potrebbero trarne dei vantaggi da queste nuove possibilità; in tv ci sono trasmissioni che trattano argomenti di tipo gastronomico legati al territorio o trattano di viaggi; questo ambito potrebbe essere affrontato anche da un blogger che tratta questi o almeno uno di questi argomenti, che oltre a scrivere articoli può coinvolgere il proprio pubblico con rubriche in diretta in date programmate.

Infatti anche sul mio blog ho iniziato a pubblicare qualcosa in live streaming, tanto è vero che ho creato una sezione apposita nella quale ho trasmesso qualche gara inerente al Meeting internazionale di prove multiple “Multistars”  . Devo ammettere che è un progetto ancora in fase embrionale anche se ho una certa idea di sviluppo di questo tipo di canale, state aggiornati quindi.

Ricollegandomi all’inizio del post, è vero ho smesso di guardare la tv, ma questo modo di concepire internet rivoluzionerà il modo di fare intrattenimento e man mano che si svilupperà e aumenteranno gli utilizzatori di questi servizi più avrà campo la rivoluzione della tv. All’inizio avere tanti spettatori non sarà facile ma con le molte persone coinvolte nei vari canali non sarà tanto difficile anche se il lavoro da fare sui social media è tanto come il tempo da investire per sviluppare il proprio pubblico.