Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.apprensionisportive.it/home/wp-content/plugins/wp-slimstat/vendor/browscap.php on line 107
Due buoni test per le Puma che domenica avranno la loro ultima amichevole prima del campionato – Apprensioni Sportive
Aggiornamenti dai CampiNew-News

Due buoni test per le Puma che domenica avranno la loro ultima amichevole prima del campionato

Sempre piu’ ci stiamo avvicinando all’inizio del campionato per Le Puma Bisenzio Rugby che fino a’ora si sono cimentate in due amichevoli precampionato che nel loro insieme hanno portato segnali positivi. Prima della sfida che vedrà le ragazze di Campi Bisenzio affrontare le Belve Neroverdi si svolgerà in quel di Bologna (Centro Sportivo Pizzoli) la terza amichevole contro le 15s Wild All Bluff Mutina Rugby domenica 22 settembre alle ore 15.00.

In attesa dei prossimi impegni di seguito il racconto delle due amichevoli giocate, la prima alla Bisenzio Arena e la seconda al Campo del Sale di Pietrasanta (LU).

BUON TEST CON IL CUS MILANO PER LE PUMA BISENZIO

Alla Bisenzio Arena Le Puma cedono al CUS Milano nel test match in preparazione al campionato di Serie A. Tanti esperimenti per Cirri, che può comunque sorridere per la buona prestazione di alcune delle nuove arrivate, ma soprattutto per il recupero di Turchetti. Alla vigilia l’allenatore de Le Puma aveva detto: “Quella con il Cus Milano sarà un’occasione per molte ragazze per mettersi in mostra in vista del campionato”, annunciando una formazione con tanti esperimenti.

Il risultato finale ha visto Le Puma sconfitte 40 – 0, contro una squadra chiaramente di livello superiore, che lo scorso anno ha concluso il campionato al 6° posto nel girone nord e che schierava in campo giocatrici azzurre del calibro di Maria Magatti e Laura Paganini.

Nonostante la sconfitta Le Puma possono essere comunque soddisfatte di quanto fatto vedere in campo soprattutto per la mischia, con le esordienti Chelazzi e Collini che hanno ben impressionato in prima linea e Della Regina fra i centri. Buona anche la prova delle 3e linee, soprattutto per il recupero di Camilla Turchetti, ferma da quasi due anni per un brutto infortunio alla caviglia, che ha giocato una ventina di minuti nel secondo tempo, mettendosi subito in evidenza con un paio di break offensivi molto efficaci.

Discorso un po’ diverso, per i ¾ che orfani dell’infortunata Boncioli e con ben sette nuove giocatrici in campo tra primo e secondo tempo hanno mostrato qualche carenza difensiva ed un sistema d’attacco tutto da ricostruire. Note negative della giornata, gli infortuni di Bianchi (forte contusione al bulco oculare) e di Di Vitantonio (lieve stiramento alla coscia) entrambi ancora da valutare.

Nella mattinata sul terreno della Bisenzio Arena si sono sfidate anche le U14 e U16 delle due compagini per una bella giornata di rugby al femminile, che ha sancito il definitivo gemellaggio tra Le Puma Bisenzio e Cus Milano. Le “cussine” hanno passato due giorni a Firenze, piantando le tende sul campo e trascorrendo la giornata di sabato in piscina. Un bel gemellaggio che verrà rinsaldato a fine stagione quando Le Puma contraccambieranno la visita.

Intanto per Le Puma, proseguirà l’avvicinamento al campionato, con le amichevoli con il CUS Genova (domenica 15 settembre sul Campo del Sale a Pietrasanta) e con le 15s Wild All Bluff Mutina, domenica 22 settembre sul campo della Dozza a Bologna.

PRIMA VITTORIA STAGIONALE DE LE PUMA, CUS GENOVA SCONFITTO 22 – 0

Prima vittoria stagionale per Le Puma Bisenzio, nel test con il CUS Genova che ha inaugurato ieri a Pietrasanta, il Campo Del Sale, nuova casa della società tutorata del Rugby Union Versilia.

Le genovesi, alla prima partita della stagione, si sono dimostrate una valida avversaria, ordinata ed aggressiva e dopo una prima fare di possesso continuato de Le Puma, hanno gradualmente alzato il baricentro fino ad entrare nei 22m avversari per alcuni minuti.

Una disattenzione in un punto d’incontro dentro ai propri 22m ha permesso però a Fineschi di portare in vantaggio Le Puma, dopo aver intercettato un pallone non controllato ed aver corso tutto il campo prima di schiacciare nell’angolo sinistro, per la più classica delle mete “coast to coast”.

Nonostante la meta subita le genovesi hanno continuato ad attaccare, ma le fiorentine si sono sempre fatte trovare pronte mettendo il luce una buona fase difensiva, sia vicino al punto d’incontro sia nello spazio allargato. Poco prima dell’intervallo Le Puma hanno incrementato il vantaggio con Longaron che ha perforato la difesa avversaria dopo un’insistita serie di ripartenze vicino al punto d’incontro. La trasformazione di Donigaglia ha mandato le squadre a riposo sul 12 – 0.

Nella ripresa Cirri ha utilizzato tutte le atlete a disposizione, per testare alcune situazioni offensive e vedere all’opera alcune nuove giocatrici. A causa dell’inesperienza e del numero limitato di cambi delle avversarie, nella ripresa si sono disputate mischie no-contest, ma anche se le toscane hanno perso la superiorità dimostrata in questa fase di gioco, c’è stata l’occasione di testare maggiormente la difesa sulle azioni che le avversare hanno innescato ripartendo proprio dal lato chiuso.

A metà del secondo tempo è arrivata la terza marcatura pesante de Le Puma con l’esordiente Boni che ha finalizzato una bella azione in attacco della mischia rossoblu (in nero per l’occasione).

Nella seconda parte della ripresa ci sono state altre occasioni e molti tentativi da entrambe le parti, con la voglia di entrambe le squadre di muovere l’ovale al largo e provare a segnare.

Nel finale di gara Le Puma mandano a referto anche i trequarti, con Sargenti che conclude in meta, nonostante il disperato tentativo di placcaggio dell’ala avversaria, un bella azione ficcante di Cinquina, che ha davvero ben impressionato nella sua prima uscita come estremo. La trasformazione fallita da Donigaglia manda le squadre negli spogliatoi sul risultato finale di 22 – 0 per la squadra di Lorenzo Cirri, che ritrova così il gusto della vittoria iniziando ad acquisire fiducia nei propri mezzi.

LE PUMA BISENZIO – CUS GENOVA = 22 – 0

15 Cinquina, 14 Sargenti (40′ Bartolini), 13 Della Regina (40′ Di Vitantonio), 12 Donigaglia, 11 Bucalossi, 10 Shakhkuliani, 9 Neri (40′ Santini), 8 Turchetti (40′ Garuglieri), 7 Cenni, 6 Fineschi (40′ Carrabba), 5 Pinzauti (45′ Boni), 4 Bitossi (cap) (40′ Lastri), 3 Barbugli (40′ Poli), 2 Longaron (40′ Skuhlukia), 1 Chelazzi M (30′ Guerrini).

TABELLINO:

11′ mt. Fineschi (5 -0), 40′ mt. Longaron + trasf. Donigaglia (12 – 0), 57′ mt Boni (17 – 0), 73′ mt. Sargenti (22 – 0)